È morto padre Bruno Secondin

Aveva condotto gli esercizi spirituali per papa Francesco e la curia romana nel 2015

Una vita vissuta in preghiera, fraternità e servizio, come impone il carisma carmelitano che aveva abbracciato tanti anni fa. Si è spento oggi dopo una grave malattia padre Bruno Secondin, che tutti ricordano soprattutto per aver condotto gli esercizi spirituali per papa Francesco e la curia romana nel febbraio 2015 presso la Casa Divin Maestro di Ariccia.

Originario della provincia di Venezia (era nato l’11 agosto 1940 a La Salute di Livenza, frazione di San Stino di Livenza, Venezia), aveva pronunciato la professione semplice nel 1957; quattro anni dopo la professione solenne, e quattro anni dopo, 8 luglio 1965, era stato ordinato sacerdote.

Fine teologo e sacerdote instancabile, spese l’intera vita alla sequela di Cristo, impegnato con ogni mezzo nella diffusione della Parola di Dio: dopo aver studiato a lungo a Roma, in Germania e a Gerusalemme, è stato docente ordinario di Spiritualità moderna e Fondamenti di vita spirituale presso la Pontificia Università Gregoriana, l’ateneo dei Gesuiti.

Continua a leggere sul blog di Graphe.it…