In Cina ha aperto una libreria senza personale

Accessibile 24 ore su 24, la libreria sfrutta tecnologie di domotica e di intelligenza artificiale

È l’unica libreria di catena ad avere negozi nello sconfinato territorio cinese e non più di una settimana fa ha aperto – per il momento in fase di sperimentazione – un punto vendita molto peculiare. Totalmente senza personale e accessibile 24 ore su 24, la libreria sfrutta tecnologie di domotica e di intelligenza artificiale per assolvere alle principali funzioni: dall’ingresso all’identificazione dei clienti, dalla gestione di vendite e prestiti ai pagamenti, fino alla guida del lettore tra gli scaffali e alla gestione di un sistema di suggerimenti basato sugli acquisti precedenti.

La nuova libreria è frutto della collaborazione tra la catena Xinhua Bookstore e la tech company Hebei Mobile Group e ha aperto i battenti a Xiong’an New Area, la green city a un centinaio di chilometri da Pechino progettata e costruita secondo i criteri della sostenibilità ambientale ed energetica.

Per accedere allo store bisogna sottoporsi a un processo di registrazione – da fare alla prima visita, totalmente automatizzato – durante il quale il cliente verrà registrato con l’acquisizione, tra le altre, degli estremi del suo documento di identità e la sua scansione facciale. Per visitare la libreria, successivamente, basterà solo mostrare il volto al dispositivo all’ingresso.

Continua a leggere l’articolo di Alessandra Rotundo sul Giornale della Libreria…