“La grande incertezza”

L'analisi del mercato editoriale del secondo quadrimestre 2018 proposta da iBuk

Continua l’andamento altalenante già evidenziato nei primi mesi dell’anno, con un risultato complessivo che ritorna negativo sia a valore che a copie. Sempre bene le librerie online, in flessione le librerie fisiche sia indipendenti che di catena.

Questa la sintesi con la quale la redazione di iBuk fotografa l’andamento del mercato editoriale da gennaio ad agosto 2018. Prosegue anche nel II semestre l’andamento altalenante evidenziato nei primi quattro mesi dell’anno (v. Allacciate le cinture), sia pure con oscillazioni minori: -2,76% a valore a maggio, +2,23% a giugno, -4,15% a luglio e +0,58% ad agosto. Complessivamente da gennaio ad agosto si evidenzia una perdita dello 0,23% a valore e dell’1,86% a copie rispetto allo stesso periodo del 2017.

Continua anche il trend positivo delle librerie online, con un delta positivo sia a valore (+9,00%) che a copie (+8,06%) e una percentuale di assorbimento a valore del 13,36% rispetto al 12,23% dello scorso anno. Flessione, invece, per le librerie fisiche sia indipendenti che di catena, rispettivamente con un -2,74% e -1,21% a valore e un -3,42% e -2,86% a copie.

Continua a leggere su iBuk…

* L’analisi si basa sui dati di vendita di circa 1700 librerie di ogni tipologia (indipendenti, di catena, online) presenti in Arianna+ in uno o in entrambi gli anni considerati. Poiché il numero di librerie aderenti al sistema è aumentato di qualche unità nel 2018, nel confronto le percentuali di incremento potrebbero essere leggermente sovrastimate e quelle di decremento leggermente sottostimate.