L’estate infinita (Edoardo Nesi, Bompiani 2015)

Un consiglio di lettura al giorno dalla nostra rubrica "Affinità elettive"

Il consiglio è di Edoardo Marzocchi, funzionario pubblico:

C’è stata un’epoca in cui i sogni potevano diventare realtà e l’estate essere infinita. Ne è convinto Ivo Barrocciai, carismatico protagonista dell’ultimo romanzo di Edoardo Nesi (Premio Strega con Storia della mia gente), che negli Anni Settanta decide di tirar su una fabbrica di tessuti “da far invidia ai milanesi”.

In una Prato rigogliosa, in realtà mai nominata, si intrecciano dunque le vicende di Pasquale Citarella, onesto e infaticabile lavoratore venuto dall’Irpinia con la famiglia in cerca di fortuna, e di Cesare Vezzosi, sposato con la bellissima Arianna, catapultati al fianco del Barrocciai che non finisce mai di stupire, perché lo stupore domina il romanzo, con la forza travolgente del coraggio e dell’incoscienza che solo in quell’estate infinita può sorreggere, frantumare e ricomporre le vite e i destini degli uomini.

 

L’estate infinita | Nesi, Edoardo | Bompiani | 2015 | 19.00 euro | pagine 480