“Per amore del mio popolo non tacerò”

Un percorso di lettura su don Giuseppe Diana, a 25 anni dall’uccisione

Don Peppe Diana, profeta e sentinella che «per amore denunciava ma anche indicava un cammino per il cambiamento».

L’impegno civile e religioso di don Giuseppe Diana contro la camorra ha lasciato un profondo segno nella società campana. Fu ucciso nella sua parrocchia da sicari probabilmente appartenenti al clan dei casalesi. Il suo scritto più noto è la lettera Per amore del mio popolo non tacerò, un documento diffuso a natale del 1991 in tutte le chiese di Casal di Principe e della zona aversana insieme ai parroci della foranìa di Casal di Principe, un manifesto dell’impegno contro il sistema criminale.