​«Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date» (Mt 10,8)

L’imperativo della gratuità della missione è al centro della giornata mondiale del malato e ci ricorda che cappellani, consacrati, volontari non devono “perdere la capacità di testimoniare la qualità specifica della presenza cristiana, che si manifesta nella disponibilità a farsi prossimo di chiunque – dei malati, dei loro familiari, senza trascurare gli operatori sanitari che vivono e lavorano nel mondo della salute – per amore di Cristo”.

Argomenti: