Loescher e il suo doppio compleanno

160 anni dalla fondazione e 55 anni dalla pubblicazione del dizionario IL

Il 1861 non solo è l’anno della proclamazione del Regno d’Italia, ma è l’anno in cui, nella stessa città di Torino, nasce la casa editrice Loescher.

Curiosamente, il fondatore della casa editrice è un giovane tedesco, Hermann Loescher, con alle spalle una già significativa esperienza in campo editoriale. Nel 1861 acquista da un altro connazionale una libreria internazionale nella neo capitale del Regno d’Italia e comincia a diffondere la cultura europea attraverso la distribuzione di testi in lingua originale e talvolta approntando le prime traduzioni in italiano. Inizia, così, l’attività editoriale vera e propria. Il periodo successivo, dal 1870 al 1892 vede la nascita delle riviste scientifiche e la collana dei classici. La morte di Hermann Loescher (1892) non arresta l’attività editoriale, che passa in mano alla moglie, insieme poi al secondo marito di lei, Arturo Graf, e conta sulla collaborazione di firme importanti negli anni successivi, diventando, nel tempo, un punto di riferimento per le pubblicazioni di carattere scientifico e scolastico, con scelte anche innovative e funzionali in questo specifico settore. Tra le innumerevoli tappe del percorso della casa editrice torinese, ricordiamo la sua acquisizione da parte di un’altra grande casa editrice italiana, la Zanichelli di Bologna, nel 1989, pur mantenendo una propria struttura autonoma.

Il 2021, oltre ad essere il 160mo anniversario della casa editrice, è anche il 55mo compleanno di una delle più importanti opere lessicografiche della casa editrice Loescher: IL – Vocabolario della lingua latina Castiglioni-Mariotti, frutto di un lavoro ultradecennale, che dalla sua pubblicazione ad oggi ha popolato banchi e scrivanie di tanti studenti.

Per conoscere le tappe significative della storia della casa editrice, suggeriamo la pagina dedicata nel sito dell’editore.