Scheda prodotto

Gesù non fu ucciso dagli ebrei. Le radici cristiane dell’antisemitismo.

Titolo: Gesù non fu ucciso dagli ebrei. Le radici cristiane dell’antisemitismo.

Editore: Terra Santa

Luogo di edizione: Milano

Data di pubblicazione: 03 / 04 / 2020

Stato editoriale: Attivo

Prezzo: € 15,00

EAN: 9788862407427

Questa raccolta, nella sua versione originale in inglese, è una reazione e una risposta ai micidiali attacchi antisemiti alle sinagoghe di Pittsburgh, in Pennsylvania (27 ottobre 2018) e di Poway, in California (27 aprile 2019). L’Italia del 2020 non conosce espressioni così violente di antisemitismo, ma numerosi atti di vandalismo antiebraico e di incitamento all’odio sui social network dimostrano che lo stesso pericoloso virus è presente e attivo.
Perché in questo contesto dovremmo porre la vecchia domanda su chi abbia ucciso Gesù? Perché, più specificamente, è importante precisare che “gli ebrei non hanno ucciso Gesù”? Da Jules Isaac abbiamo compreso la portata dell’impatto subdolo dell’insegnamento cristiano del disprezzo per gli ebrei, che si fonda proprio sull’accusa che furono gli ebrei a rifiutare e uccidere Gesù, e che loro sono riprovati e maledetti per questo. Questo insegnamento ha spesso sollevato la coscienza dei cristiani dalla necessità di combattere la crescita della pianta velenosa dell’antisemitismo fascista e nazista e ha impedito loro di cercare modi per farlo. È purtroppo realistico considerare che l’insegnamento antiebraico ha persino fornito un terreno fertile a questa pianta per mettere radici e crescere (dalla Prefazione all’edizione italiana di mons. Etienne E. Vetö).

Scheda tecnica Scheda commerciale Scheda tematica

Altri autori: Sweeney, Jon M. (A cura di); Vetö, Etienne E. (Prefazione di); Skorka, Abraham (Introduzione di)

Lingua: Italiano (Lingua del testo)

Tipo di prodotto: Libro

Numero edizione: 1

Pagine: 208