Scheda prodotto

Arte, verità, essere. La riabilitazione ontologica dell’arte in Martin Heidegger e Maurice Merleau-Ponty

Titolo: Arte, verità, essere. La riabilitazione ontologica dell’arte in Martin Heidegger e Maurice Merleau-Ponty

Autore: Petres, Erika

Marchio editoriale: GBPress

Luogo di edizione: Roma

Data di pubblicazione: 01 / 01 / 2013

Stato editoriale: Attivo

Prezzo: € 28,00

EAN: 9788878392540

La domanda fondamentale della ricerca si muove attorno alla relazione tra arte, verità e essere, segnalando la natura metafisica del discorso. Questo fatto è sottolineato in quanto l’arte, in ambito filosofico, è di solito trattata in un contesto estetico, ma i due autori scelti vedono nell’arte un legame intrinseco al problema dell’essere, riconoscendo il suo valore anche nell’orizzonte metafisico. Heidegger e Merleau-Ponty avvertono la necessità di superare l’estetica e di svelare le possibilità ontologiche dell’arte, compiendo così una sua «riabilitazione ontologica», mostrando la sua intima correlatività alla questione dell’Essere e con quella della verità. Il vero senso dell’arte non nasce al di fuori di questo contesto ontologico, ed è proprio questo il motivo per cui la riabilitazione ontologica è diventata necessaria: al punto che si potrebbe affermare che l’estetica conduce l’arte fuori della sua vera essenza. L’arte è, di natura sua, ontologica. Si tratta quindi di un tema assai speciale, che già a prima vista dà luogo a diverse domande. Accettando la sfida della crisi della metafisica nell’età contemporanea, è possibile salvaguardare la questione dell’Essere a partire dall’ambito non-filosofico dell’arte (che condivide in qualche modo il compito della metafisica circa la verità dell’Essere)? Cosa offre l’arte alla filosofia a proposito della questione dell’Essere? Quale verità si esprime in essa? Cosa giustifica il mettere insieme i tre concetti fondamentali della dissertazione e due autori così diversi, anche se di eredità fenomenologica comune? L’obiettivo della ricerca è di vedere se la riabilitazione ontologica dell’arte potesse in qualche modo salvaguardare (o anche rinvigorire) la metafisica dell’Essere; e se a partire da ciò che la filosofia può imparare dall’arte, sia possibile arrivare ad una formulazione filosofica della verità vivente, in dialogo con la concezione dei due autori scelti.

Scheda tecnica Scheda commerciale Scheda tematica

Lingua: Italiano (Lingua del testo)

Tipo di prodotto: Libro

Dettagli: Legatura cucita

Collana: Tesi Gregoriana Filosofia

Numero collana: 31

Numero edizione: 1