“Il crollo del Noi” di Vincenzo Paglia è l’opera vincitrice del P. Capri – S. Michele

Fra gli altri titoli premiati ben quattro sono pubblicati da editori che aderiscono a Rebeccalibri

Il Premio Capri-San Michele, nato nella chiesa monumentale di S. Michele in Anacapri, è considerato uno dei punti di riferimento della cultura italiana per il suo voler contribuire nella esemplarità delle sue scelte e nell’obiettività del giudizio, ad avere conoscenza di ciò che di alto e di vero è stato, a comprendere ciò che è, ad immaginare ciò che potrà essere, in modo che il viver vario, il dialogare ed il ricercare si armonizzino sempre più e siano a misura d’uomo.

I premiati della XXXV edizione sono

Premio Capri – S. Michele: Il crollo del noi (Vincenzo Paglia, Laterza)

Premio attualità: Vangelo e psiche (Luigi de Simone e Giampaolo Pagano, Cantagalli)

Premio giovani: #cresceredigitali (a cura di Anna Teresa Borrelli, Claudia D’Antoni, Martino Nardelli, AVE)

Premio politica: Alfieri politico (Stefano De Luca, Rubbettino)

Premio storia: Cultura e petrolio (Maurizio Romano, il mulino)

Premio per l’opera: «Per vivere meglio». Cattolicesimo, cultura, editoria (Cesare Cavalleri, La Scuola)

Premio suor Serafina: E adesso la palla passa a me (Antonio Mattone, Guida)

Premio Serafino Cimino: Lo Sconosciuto accanto. Storie di conversioni nel Giappone di oggi (Tiziano Tosolino, EMI)

Premio Laura Rolandi: Un gesuita a Scampia (Fabrizio Valletti, EDB)

Premio editoria: Vita e Pensiero, nel centenario della fondazione

Premio paesaggio: Luoghi dell’Infinito, Rivista di itinerari, arte e cultura, nel ventesimo della fondazione