Rebecca libri

MaceroNO: una campagna contro la distruzione dei libri

Un appello di quattro editori (Alegre, DeriveApprodi, :duepunti ed Eleuthera) agli spazi sociali autogestiti, per reagire ad un mercato editoriale che restringe le possibilità distributive per gli editori indipendenti

“Noi crediamo che i libri non vadano ‘distrutti’, ovvero che un’economia che fa del macero una sua componente fisiologica sia un’economia cieca e antiecologica, un’economia non sostenibile che va rifiutata sia come modello pratico sia nei suoi assunti teorici” dichiarano gli editori aderenti.
Il futuro del libro va dunque ripensato, va calibrato, anche a partire dal suo destino fisico. Il primo passo di un tale progetto potrebbe essere la costruzione in ogni spazio autogestito di un evento che offra la possibilità di acquistare a prezzi scontatissimi (3 euro, di cui 2 destinati all’editore e 1 agli spazi ospitanti) i libri di alcuni editori destinati al macero. Alcune esperienze pilota hanno già dimostrato il successo di questa iniziativa.
Chi è interessato alla proposta e vuole avere informazioni può contattare: redazione@edizionialegre.it, promo@duepuntiedizioni.it, ufficiostampa@deriveapprodi.org.

Prossimi eventi
Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Accesso utente