“Almeno questi!” – 11a edizione

Una bibliografia di base della biblioteca per bambini e ragazzi

La bibliografia Almeno questi! prodotta dal Centro regionale di servizi per le biblioteche per ragazzi – promosso da Regione Toscana e Comune di Campi Bisenzio e attivo presso la Biblioteca Tiziano Terzani (Villa Montalvo) – è unica nel suo genere per ampiezza di copertura editoriale in considerazione dei rigorosi criteri di selezione adottati e risponde a un’esigenza diffusa e fortemente sentita da bibliotecari, insegnanti e operatori interessati alla lettura giovanile: quella di poter usufruire di una finestra panoramica, costruita con criteri ispirati da scelte qualitative, sui libri in commercio per bambini e ragazzi. Una finestra che si apre su un paesaggio vasto, complesso e variegato del quale grazie a strumenti come LiBeR Database questa bibliografia ha potuto osservare le zone più significative, ossia la produzione editoriale dal 1987 in poi: questa data segna infatti l’inizio della fase più pregnante di sviluppo – in qualità e quantità – dell’editoria per ragazzi e, parallelamente, anche delle biblioteche del settore.

La bibliografia non ha un taglio retrospettivo; infatti opere meritevoli di attenzione uscite in prima edizione antecedentemente al 1987 non sono state incluse se non riproposte in edizione nuova o successiva. Nel complesso la bibliografia non si presenta come una sorta di “scaffale di base chiuso”, né ha la pretesa di elencare tutto ciò che un’ideale biblioteca per ragazzi dovrebbe ospitare, bensì si propone come un contenitore aperto (viene infatti aggiornato ogni anno) di utili indicazioni per le scelte di ampliamento del fondo librario che le singole biblioteche decideranno di impostare autonomamente in base alle proprie specifiche necessità e disponibilità di risorse.

I destinatari ultimi delle proposte sono bambini e ragazzi (approssimativamente fino ai 16 anni) e i libri a loro rivolti sono distribuiti in cinque grandi sezioni, le prime quattro delle quali, organizzate per età e divise al loro interno per genere, corrispondono – a grandi linee – a successive fasce scolastiche: prescolastica e scuola dell’infanzia; scuola primaria – primo anno e primo biennio; scuola primaria – secondo biennio; scuola secondaria di primo grado.

I “primi libri” sono introdotti da un’analisi descrittiva delle tipologie più peculiari della produzione per piccoli e piccole (i cartonati, i libri gioco e i pop-up o libri animati), alle quali la biblioteca deve comunque far riferimento nei propri acquisti indipendentemente dagli specifici titoli, qui segnalati quasi a titolo esemplificativo. Per molti libri di divulgazione il riferimento è alle collane meritevoli, proprio per la rilevanza del fattore seriale: in questi casi infatti i volumi presentano tutti quelle caratteristiche che hanno indotto a inserirne la collana in bibliografia. La quinta sezione è invece riservata ai classici, ossia a quei libri – la cui prima pubblicazione è antecedente al 1945, data scelta come plausibile demarcazione – che sono stati riconosciuti dal giudizio della critica e dal favore del pubblico come opere destinate a venir lette con piacere e profitto da più generazioni. Anche nel caso dei classici la bibliografia ha preso in considerazione solo nuove e recenti edizioni.

L’undicesima edizione della bibliografia (novembre 2018) comprende 2600 libri di letteratura infantile e giovanile scelti tra quelli distribuiti in Italia fino a settembre 2018 (267 in più rispetto alla scorsa edizione). Le schede sono così suddivise: 469 per la prescolastica, 626 per il primo ciclo elementare, 468 per il secondo, 906 per la primaria inferiore e 131 per i classici. Cinque gli indici finali: dei titoli, dei nomi, degli editori, delle new entries (che stavolta sono 868) e della letteratura per giovani adulti (stavolta 201).

Almeno questi! – Bibliografia di base della biblioteca per bambini e ragazzi