Oro (Marcel A. Marcel, Feltrinelli 2016)

Un consiglio di lettura al giorno dalla nostra rubrica "Affinità elettive"

Lena ha tredici anni ed è in attesa che i nuovi genitori adottivi escano dall’ufficio della direttrice dell’orfanotrofio per portarla nella sua nuova casa. Vanda e Roman non sono riusciti ad avere figli e si sono costruiti una famiglia patchwork, accogliendo sei ragazzi molto particolari.

Lena farà così la conoscenza dell’energica Piuma, perennemente a dieta; del misterioso Arnold, che sta chiuso in camera sua per giorni; di Memory, che “ricorda tutto tranne la vita normale”; di Pepe, bambina iperattiva, e del piccolo Okkio, cinque anni pieni di domande e curiosità.

Non sarà facile per Lena adattarsi alla nuova realtà e all’idea che qualcuno possa prendersi cura di lei: sono state troppe le delusioni ed è convinta che, come le altre volte, i nuovi genitori la riporteranno all’orfanotrofio.

Per questo decide di mangiare da sola, di non condividere i suoi pensieri e i suoi sentimenti, addirittura di tentare la fuga. Finché nella sua vita arriva uno strano ragazzo: Oro. Oro è allegro, curioso, dispettoso e Lena con lui parla, ride, discute, litiga. Un po’ anche si innamora.

Ma chi è questo misterioso ragazzo comparso nel pieno di una notte nel suo armadio e visibile solo a lei?