Giovanni Paolo II

Il 2 aprile 2005, 15 ani fa, moriva Papa Giovanni Paolo II.
Karol Józef Wojtyła nacque a Wadowice (Polonia) il 18 maggio 1920. Si iscrisse all’Università di Cracovia, ma, quando le forze di occupazione naziste chiusero l’Università nel 1939, il giovane Karol lavorò in una cava e poi in una fabbrica chimica per potersi guadagnare da vivere ed evitare la deportazione in Germania. A partire dal 1942, sentendosi chiamato al sacerdozio, frequentò i corsi di formazione del seminario maggiore clandestino di Cracovia. Nel contempo, fu uno dei promotori del “Teatro Rapsodico”, anch’esso clandestino. Dopo la guerra, continuò i suoi studi nel seminario maggiore di Cracovia e nella Facoltà di Teologia, fino alla sua ordinazione sacerdotale, a Cracovia, nel 1946. Nel 1958 Papa Pio XII lo nominò Vescovo Ausiliare di Cracovia e titolare di Ombi e nel 1964 fu nominato Arcivescovo di Cracovia da Papa Paolo VI, che lo creò Cardinale nel 1967. Partecipò al Concilio Vaticano II (1962-1965) dando un contributo importante all’elaborazione della costituzione Gaudium et spes. Venne eletto Papa ne 1978 . Papa Giovanni Paolo II ha compiuto 146 visite pastorali in Italia e, come Vescovo di Roma, ha visitato 317 parrocchie romane. I viaggi apostolici nel mondo sono stati 104. Nel 1981 in piazza San Pietro ha subito un grave attentato. Salvato dalla mano materna della Madre di Dio, dopo una lunga degenza, ha perdonato il suo attentatore. È morto sabato 2 aprile 2005. I solenni funerali in Piazza San Pietro e la sepoltura nelle Grotte Vaticane sono stati celebrati l’8 aprile. Il rito solenne della beatificazione, sul sagrato della Basilica Papale di San Pietro il 1° maggio 2011, è stato presieduto dal Sommo Pontefice Benedetto XVI. Il 27 aprile 2014 Giovanni Paolo II è stato canonizzato da Papa Francesco.
Foto di Marzena P. da Pixabay

Argomenti: