Si moltiplicano le farmacie letterarie per curare i mali dell’anima

Libri curativi adatti ad ogni malattia dell'anima

Dopo la Piccola farmacia letteraria, nata nella periferia fiorentina da un’idea di Elena Molini, si è aggiunta quella di Stornara, in provincia di Foggia.

La prima dispone di 4 mila titoli divisi in 70 categorie con un colore per ogni patimento: da amore non corrisposto a lutti e dipendenze, crisi d’identità e ipocrisia, «curabili» con libri contrassegnati da un bugiardino, che elenca anche sintomi, eventuali effetti collaterali e posologia; la seconda, invece, è una piccola libreria di strada, una casetta posizionata all’esterno della farmacia Battaglini, dove chiunque può portare un libro e prenderne un altro, gratuitamente, cosicché le innumerevoli pagine di autori divengono un antidoto alla sofferenza e favoriscono la condivisione della cultura e della conoscenza.

Non mancano altre esperienze, anche all’estero: chi è alla ricerca di una terapia alternativa alle medicine per combattere lo stress della vita moderna, lenire una pena amorosa o risollevare lo spirito può chiedere consiglio a Deborah Alma, proprietaria della prima Poetry Pharmacy, aperta a ottobre 2019. Dagli scaffali di un vecchio negozio di ferramenta in stile vittoriano in una quieta cittadina dello Shropshire, Bishops Castle, si dispensano pillole di poesia e nell’atmosfera raccolta di un ambulatorio poetico c’è spazio per raccontarsi e trovare la cura più adatta alle proprie inquietudini.

Per chi vuole saperne di più può leggere una prescrizione del giorno oppure la storia della vecchia ambulanza in veste di ‘Emergency Poet’ trasformata in Poetry Pharmacy