Straordinario successo della campagna #ioleggoperché

Un milione e ottocentocinquantamila il totale dei nuovi libri arrivati nelle scuole in 6 edizioni

Sono ben 112 mila i libri nuovi donati dagli editori, in arrivo nelle scuole dalla prima settimana di maggio grazie alla campagna #ioleggoperché, l’iniziativa dell’Associazione Italiana Editori – di cui il Giornale della libreria è media partner – a favore delle biblioteche scolastiche.

Con la consegna del contributo editori (qui l’elenco di chi ha partecipato all’iniziativa), costituito dai 112.000 nuovi libri donati alle biblioteche scolastiche, si chiude la sesta edizione del progetto: i pacchi del contributo editori di #ioleggoperchè 2021, in arrivo nelle librerie e destinati alle scuole che ne avevano fatto richiesta, porteranno a un milione e ottocentocinquantamila il totale dei nuovi libri arrivati nelle scuole – grazie all’iniziativa nelle sue sei edizioni: «Un numero straordinario con cui rispondiamo al bisogno primario evidenziato con sempre maggiore forza dalle scuole di libri nuovi per impostare azioni di lettura, rendere familiare il libro nella quotidianità dei ragazzi e contrastare la povertà educativa» ha sottolineato il presidente di AIE, Ricardo Franco Levi. «E questo grazie al Ministero della cultura – Direzione Generale Biblioteche e Diritto d’Autore e a Centro per il libro e la lettura, e sempre in collaborazione con il Ministero dell’istruzione e il patrocinio della Presidenza del consiglio dei ministri».

Sono inoltre state selezionate le dieci scuole vincitrici del contest 2021 il cui tema quest’anno è stato Leggere per costruire il futuro: sono stati assegnati i premi alle scuole vincitrici tra le 587 che hanno partecipato all’edizione 2021. Grazie al supporto di SIAE, ai vincitori sono stati destinati 10 buoni d’acquisto del valore di 1.000 euro da spendere in libri per rifornire e aggiornare la propria biblioteca scolastica.

Leggi qui l’elenco delle scuole assegnatarie:  con immaginazione e creatività alunni e studenti – supportati da educatori, insegnanti e docenti – hanno dimostrato la propria passione per la lettura, inventando le modalità più originali e coinvolgenti per promuovere le donazioni a favore della propria biblioteca scolastica.