Un primo aiuto anche per la filiera editoriale-libraria: il contributo a fondo perduto

La richiesta va presentata dal 15 giugno al 13 agosto 2020 per via telematica all'Agenzia delle Entrate

Dal 15 giugno al 13 agosto 2020 è possibile richiedere il contributo a fondo perduto, introdotto con il Decreto Rilancio, tramite l’inoltro di una domanda all’Agenzia delle Entrate.

Come spiegato dalla stessa Agenzia delle Entrate in apposita circolare, “il bonus contributo a fondo perduto, consiste nell’erogazione ai titolari di attività d’impresa, di lavoro autonomo e agricole, di una somma di denaro commisurata alla diminuzione di fatturato causata dall’emergenza coronavirus”.

Possono fare domanda imprese, partite Iva o titolari di reddito agrario che siano in attività alla data di presentazione dell’istanza per l’ottenimento del bonus. Inoltre, è necessario aver conseguito nel 2019 un ammontare di ricavi e compensi non superiore a 5 milioni di euro, mentre l’ ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 deve essere stato inferiore ai due terzi dell’analogo ammontare del mese di aprile 2019.

Leggi qui i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate per sapere a chi spetta il contributo.