Fondazione CARIPLO lancia il bando “Per la cultura”

8 milioni di euro, una misura straordinaria a sostegno delle imprese culturali per aiutarle a ripartire ed essere motore di inclusione sociale, culturale ed educativa.

Fondazione Cariplo annuncia il bando “Per la Cultura”, misura eccezionale per caratteristiche e per dotazione economica – 8 milioni di euro – a disposizione di tutti gli operatori del settore, da quelli pubblici a quelli non profit, che ribadisce l’importanza fondamentale della cultura per il benessere degli individui e per lo sviluppo delle comunità con un’attenzione particolare ai giovani, nella consapevolezza che in questa situazione di emergenza sono la categoria che rischia maggiormente l’esclusione dai processi educativi e culturali, con effetti irrimediabili sul futuro.

La congiuntura economica in cui si trova e si troverà l’Italia per effetto della pandemia da Covid-19 è un’emergenza di tali proporzioni che rende concreto il rischio che la ripartenza dell’intera filiera culturale passi in secondo piano. In particolare, appaiono preoccupanti le conseguenze della recessione sull’occupazione, sia all’interno del settore sia nei comparti collegati, a partire dal turismo e dai servizi connessi alla cultura, sfidati duramente – in questi mesi – dalla completa assenza di target quantitativamente rilevanti.

In particolare, il bando si propone di:

  • promuovere nuove forme di partecipazione alla vita culturale e di rigenerazione delle identità locali, con una particolare attenzione alle fasce di popolazione con minori opportunità;
  • sostenere la capacità degli operatori culturali di innovare le proprie modalità di funzionamento e di organizzazione dell’offerta in un’ottica di sviluppo sostenibile dei territori e delle comunità.

Il bando propone un livello di cofinanziamento estremamente vantaggioso (fino al 75% dei costi complessivi dei progetti) e due scadenze entro fine anno (29 settembre e 15 dicembre 2020), tali da permettere a tutti gli operatori del settore di candidarsi con iniziative coerenti e sostenibili.

 

Leggi qui il bando “Per la Cultura”